Informativa Privacy - Come eliminare i cookie

Tutti i documenti sono aggiornati, consultabili online e scaricabili in formato aperto. I dati personali pubblicati sono riutilizzabili solo alle condizioni previste dalla normativa vigente sul riuso dei dati pubblici (direttiva comunitaria 2003/98/CE e D.Lgs. 36/2006 di recepimento della stessa), in termini compatibili con gli scopi per i quali sono stati raccolti e registrati, e nel rispetto della normativa in materia di protezione dei dati personali. Per ulteriori informazioni e approfondimenti è possibile scrivere al seguente indirizzo di posta elettronica:

info@soricalspa.it

Sede legale: 88100 Catanzaro (loc. Germaneto) - Capitale Sociale: €13.400.000 - C.F. e P.IVA: 02559020793 - R.E.A.: 159545

Notizie sorical

Quattro sindaci del catanzarese chiedono l’acqua dell’Alaco per il versate ionico

11/08/2019

 

 

“Attivare il ramo jonico dello schema acquedottistico alimentato dall’invaso dell’Alaco e dal relativo impianto di potabilizzazione rappresenta l’unica risposta strutturale e definitiva per la soluzione dei problemi idrici dei comuni di Isca sullo Jonio, Sant’Andrea Apostolo sullo Jonio, Badolato e Santa Caterina”, è la richiesta che arriva dai sindaci Vincenzo Mirarchi, Nicolò Ramogida, Gerardo Mannello e Francesco Severino che questa mattina hanno incontrato nella sede della Sorical il Direttore dell’area operativa Sergio De Marco e il responsabile dell’ufficio di Zona Tommaso Laporta. Le quattro comunità, soprattutto nei mesi estivi, hanno rappresentato i sindaci, hanno seri problemi di approvvigionamento idrico nei centri storici (Badolato e Santa Caterina) e nella zona marina per Isca sullo Jonio e Sant’Andrea. Dopo un’articolata analisi tecnica ed economica, alla quale ha partecipato anche il commissario di Sorical Luigi Incarnato, si è fatta una stima degli investimenti per rifare oltre 11 chilometri di condotta dell’acquedotto, già costruito tra gli anni ‘70 ed ‘80 del secolo scorso ma mai entrato in funzione per i ritardi dell’entrata in esercizio della diga dell’Alaco. Oggi, con l’avvenuto collaudo della diga e l’invaso nelle sue piene condizioni di esercizio, ci sarebbe la possibilità di mettere in esercizio il ramo Jonico dell’acquedotto ma le condotte sono pressoché inservibili dal momento che le tubazioni vuote vanno soggette molto rapidamente alla corrosione e da qui il progetto di sostituzione delle stesse.

La proposta di intervento, per un importo dell’ordine dei due milioni di euro, è stata inoltrata dai comuni alla Regione essendo Sorical, in questa fase, impossibilitata a sostenere in proprio un tale investimento per attivare lo schema Jonico dell’Alaco

Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Please reload

Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Social Icon
  • YouTube Social  Icon
  • Instagram Social Icon
In Primo Piano

Sorical chiede a Confindustria convocazione tavolo per verifica intesa su assunzioni

24/2/2019

I Liquidatori della Sorical chiederanno domani mattina a Confindustria, la convocazione di un tavolo con tutte le sigle sindacali per verificare la co...

1/10
Please reload

Notizie Recenti
Please reload